Piani di controllo degli animali c.d. nocivi

Secondo quanto disposto dall’art. 17 L.R. 50/93 la Provincia è tenuta ad esercitare il controllo ed il contenimento delle specie di fauna selvatica ritenute dannose per l’agricoltura, a cui si è aggiunto come logica conseguenza il rischio idrogeologico. La Polizia Provinciale dà attuazione agli indirizzi dell’Amministrazione in ordine ai piani di contenimento della nutria, della cornacchia grigia e della gazza, dello storno, del colombo, della volpe e del cinghiale.

La Provincia di Verona ha sottoscritto inoltre convenzioni con gli ambiti territoriali di caccia e alcuni comprensori alpini per garantire maggiore efficacia agli interventi di controllo dei “nocivi”.